Le nuove opportunità di partenariati nella cooperazione internazionale

Il recente aggiornamento delle politiche e delle agende di cooperazione internazionale, con la previsione di obiettivi di crescita inclusiva e sostenibile, pone l’accento sul ruolo del settore privato quale attore di sviluppo dei territori, accanto ad enti governativi, non governativi (ONG) e organizzazioni internazionali. Alle politiche di indirizzo internazionali delle Nazioni Unite e della Commissione Europea, si affianca la legislazione italiana con la L. 125/14 “disciplina generale sulla cooperazione internazionale per lo sviluppo”. La possibilità di essere attori di cooperazione internazionale incontra il bisogno delle imprese di internazionalizzarsi. Sempre più spesso le imprese stesse mostrano interesse per un coinvolgimento attivo, consapevole e responsabile verso i fornitori o all’interno del proprio network fino ai clienti finali. Le imprese e le ONG possono lavorare insieme sul terreno dello sviluppo economico creando partenariati di valore.
Per questo segnalo il programma di una iniziativa formativa, denominata “Internazionalizzare per lo sviluppo: le nuove opportunità di Partenariati nella Cooperazione Internazionale”, realizzata da Januaforum A.P.S. – Rete Attività Internazionali Liguria con la collaborazione di Alce (Associazione Ligure Commercio Estero) e del Centro di Formazione alla Cooperazione Internazionale di Trento. Si tratta di una delle prime iniziative formative in Italia, se non la prima, dopo l’approvazione della legge nazionale di riforma della Cooperazione Internazionale per lo Sviluppo n. 125/2014. L’iniziativa è destinata a Imprenditori, a Operatori pubblici e privati della Cooperazione Internazionale e a studenti universitari. Agli studenti che mi segnaleranno il loro interesse potrà essere richiesto un contributo ridotto.
La scadenza delle iscrizioni è il 20 gennaio 2017.
Qui il programma corso-internazionalizzare-x-lo-sviluppo4